Piadina con radicchio, falafel di ceci e zucchine e Scamporella! | Falafel pita sandwich {vegan recipe}

piadina-vegetariana-falafel-zucchine-radicchio

Scroll down for English version
Piadina con radicchiofalafel di ceci e zucchine, una ricetta che ho creato con l’ingrediente più pregiato: l’amore per la mia terra. Lo stesso che anima i picnic a Scamporella!

piadina-vegetariana-falafel-zucchine-radicchio

Scamporella, il magico picnic tra gli ulivi di Cesena

Proprio a Cesena, dove sono nata, ho vissuto l’esperienza da sogno che mi ha ispirata: si tratta di Scamporella, l’originale pic nic bucolico ideato nel 2014 da Enrico Giunchi e Andrea Cappelletti; si svolge i giovedì sera di tutta l’estate, tra i magnifici ulivi delle Terre Giunchi.

Grazie ad una partnership Tra iFood e MMS Agency per Le Conserve della Nonna, sono stata ospite del picnic di giovedì 7 Luglio insieme alle amiche iFoodies Giulia (Kappa in cucina), Chiara (La cucina dello stivale) e Valentina (Occhi Ovunque).

Scamporella-cesena-picnic

Abbiamo capito fin da subito che avremmo vissuto una serata fuori dall’ordinario. Il mezzo che ci ha portate alla collina di ulivi dove si svolge il picnic è infatti un trasporto davvero speciale!  

Scamporella-cesena-picnic

Alla nostra “tavolata” di foodies si è unita anche la dolcissima Azzuchef, blogger romagnola purosangue ed ingegnere, proprio come la sottoscritta… l’intesa è stata automatica, la compagnia piacevolissima!

Scamporella-cesena-picnic

Dopo il breve tragitto sul trattore uno scenario meraviglioso fatto di lavanda, ulivi, e palloncini bianchi ha riempito i nostri occhi di bellezza, scatenando la nostra voglia di fotografare e condividere.

Scamporella-cesena-picnic-ifood

Tra uno scatto, una risata ed un twit presto anche l’appetito si è fatto sentire… così ci siamo dirette sui nostri cestini, preparati con cura dalle Scamporelline per tutti i partecipanti al picnic.

Scamporella-cesena-picnic-ifood

Cestini alla mano, ci siamo dirette verso il nostro “tavolo”: una coperta bianca ai piedi di un ulivo, con cassette di legno come tavolini e confortevoli cuscinoni a quadretti rossi e bianchi, in perfetto stile bucolico e shabby chic.

Scamporella-cesena-picnic-ifood

Nei nostri cestini abbiamo trovato tante leccornie: muffin salati, focacce, patatine croccanti, una deliziosa insalata di farro e verdure, pane nostrano, salumi e formaggi locali, nonché una deliziosa crema di radicchio di Chioggia IGP Le Conserve della Nonna.

Scamporella-cesena-picnic-ifood

Ad accompagnare il tutto, una selezione dei meravigliosi vini Terre Giunchi offerta dal bar di Scamporella: inimitabile, come il piacevole sottofondo musicale.

Scamporella-cesena-picnic-ifood

Io e le mie amiche non potevamo cominciare la cena se non con un bel brindisi… senza dimenticare qualche scatto per i social! 

Scamporella-cesena-picnic-ifood

Quando scende la sera a Scamporella, l’atmosfera diventa ancora più magica: si tolgono le scarpe, ci si sdraia sui bellissimi cuscini e si gusta la cena, servita dalle bravissime Scamporelline. Antipasto, primo, secondo e dolce preparati con cura, valorizzando i prodotti del territorio: un’esperienza davvero gustosa che non lascia andar via affamato nemmeno chi, come me, non mangia carne! 

Scamporella-cesena-picnic-ifood Scamporella-cesena-picnic-ifoodScamporella-cesena-picnic-ifood Scamporella-cesena-picnic-ifood

Se devo essere proprio sincera, questa Scamporella un difetto ce l’ha: passa troppo in fretta! 

Ma il racconto di una serata incredibile come questa rimarrà sempre nei nostri cuori, sui nostri blog e profili social… del resto siamo iFoodies <3

Scamporella-cesena-picnic-ifood

Oltre al meraviglioso ricordo, abbiamo portato a casa con noi alcuni prodotti di Le Conserve della Nonna. Già durante il picnic, le fervide menti di noi foodies immaginavano i piatti che avremmo preparato: deliziosi primi, bruschette… e poi lei, la regina della tavola romagnola, la piadina!

La mia ricetta: piadina con radicchio e falafel di ceci e zucchine

Ho voluto rendere omaggio alla mia terra preparando una piadina in stile RicetteVegolose, con i prodotti freschi del mio orto esaltati dalla buonissima crema di radicchio di Chioggia IGP Le Conserve della Nonna. Col suo magnifico color rubino mette appetito solo a guardarla!

All’amaro stuzzicante della crema di radicchio ho abbinato la dolcezza di falafel di ceci e zucchine ed ho dato alle mie piadine una forma graziosa, monoporzione, proprio come le leccornie di Scamporella. E gustando questa cena mi sono sentita ancora lì, tra gli ulivi <3

piadina-vegetariana-falafel-zucchine-radicchio

Come immaginavo, la crema di radicchio si è rivelata un ingrediente fantastico: ha formato un connubio gustoso con i falafel di ceci e zucchine ed ha reso il ripieno delle piadine morbido al punto giusto.

Le preparate con me?

piadina-vegetariana-falafel-zucchine-radicchio 

Piadina con radicchio, falafel di ceci e zucchine
 
Recipe Type: Antipasto, piatto unico
Cuisine: Vegan
Author: Alice – RicetteVegolose
Prep time:
Cook time:
Total time:
Serves: 4-6
Ingredients
  • Per la piadina:
  • 300g di farina tipo 1 macinata a pietra
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • 10g di lievito istantaneo per pizze e torte salate bio
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 150g di acqua a temperatura ambiente
  • Per i falafel di zucchine:
  • 250g di ceci già cotti
  • 2 zucchine medie
  • 50g di farina di ceci
  • 1 cipollotto
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cucchiaino raso di semi di cumino
  • 1 limone bio
  • sale, pepe q.b.
  • olio evo q.b.
  • Per completare la farcitura:
  • 15-16 pomodorini
  • foglie di radicchio verde q.b.
  • crema di radicchio di Chioggia IGP “Le conserve della nonna”
Instructions
  1. Iniziamo preparando l’impasto per i falafel. Frullate i ceci con il cipollotto, l’aglio, il cumino e la scorza del limone.
  2. Grattugiate finemente le zucchine, strizzatele bene ed unitele ai ceci. Aggiungete la farina di ceci ed aggiustate l’impasto di sale e pepe, lavoratelo fino a renderlo omogeneo poi mettetelo a riposare in frigo.
  3. Nel frattempo ci dedichiamo alla piadina: formate su un tagliere una fontana con la farina, unite il lievito intorno alla fontana ed il sale al centro.
  4. Versate al centro della fontana anche l’olio ed iniziate ad impastare, aggiungendo l’acqua poco per volta.
  5. Una volta ottenuto un impasto liscio ed omogeneo, dividetelo in 4-5 palline uguali e lasciatele risposare sul tagliere, coperte da un canovaccio.
  6. Accendete il forno a 200°C e preparate una larga teglia antiaderente, ungendola leggermente con olio evo.
  7. Prendete l’impasto dei falafel dal frigorifero e formate delle polpettine di 6-7 cm di diametro, che dovrete schiacciare leggermente ed adagiare sulla teglia.
  8. Una volta formati tutti i falafel, spennellateli leggermente con olio evo ed infornateli. Lasciateli cuocere per 25-30 minuti o fino a che non risultano appena dorati.
  9. Nel frattempo potete dedicarvi alle piadine: scaldate bene sul fuoco una teglia o una larga padella antiaderente, tirate ogni pallina di impasto con il mattarello per formare un cerchio spesso circa 3 mm.
  10. Cuocete le piadine sulla teglia o padella ben calda, a fuoco medio e un paio di minuti per lato.
  11. Mettete le piadine cotte sul tagliere e lasciatele intiepidire appena, assieme ai falafel che nel frattempo saranno cotti.
  12. Ora potete scegliere se farcire le piadine intere, oppure se ricavare con un coppapasta della dimensione dei falafel delle mini piadine, per comporre una graziosa versione da picnic.
  13. Spalmate la piadina con la crema di radicchio, mettete poi i falafel, delle foglie di radicchio fresco ed infine richiudete la piadina fermandola con uno stuzzicadenti e un pomodorino.
  14. Servite tiepida o a temperatura ambiente.
 
Notes
La preparazione può essere abbreviata utilizzando delle piadine già pronte: scegliete le versioni con farine integrali e senza strutto, per un piatto più gustoso ed in linea con una sana alimentazione.

piadina-vegetariana-falafel-zucchine-radicchio

Se non siete ancora abbastanza immersi nell’atmosfera bucolica, vi consiglio di guardare il video di Scamporella in cui sono protagoniste altre care amiche iFoodies: Vaty (A thai pianist), Anna (Anna on the clouds) , Germana (Le ricette di Mamma Gy) e Fedora (Cappuccino e Cornetto).

Ringrazio di cuore per la magnifica esperienza le mie compagne di viaggio: Giulia, Valentina e Chiara e la dolce Azzuchef, nonché la redazione di iFood, MMS Agency, Le Conserve della Nonna e la bravissima Manuela Bonci che con i suoi scatti meravigliosi ha contribuito a questo album di ricordi indelebili.

Scamporella-cesena-picnic-ifood

Altri scorci su questo evento da incanto, offerti dai racconti delle mie amiche:

Se anche voi, come noi, amate i picnic non lasciatevi sfuggire l’occasione di vincere i prodotti Le conserve della nonna! Basta partecipare al concorso #ilmiopicnic che mette in palio un cesto di deliziose conserve per la foto a tema più bella, tra quelle caricate sul sito ilmiopicnic.it entro il 15 Novembre 2016.

Se provi una mia ricetta taggami #ricettevegolose: la condividerò con piacere sui miei canali social Facebook, Twitter, Instagram, e Google+.

Mi trovi anche su Pinterest, Bloglovin e YouTube con le mie idee per una vita sana e golosa!
A presto 😉
Alice

english

Homemade pita bread, sweet zucchini and chickpea falafel, slightly bitter radicchio spread: a fresh, colorful and flavorful vegetarian meal you can prepare following my easy recipe!

Falafel pita sandwich
Serves 6
Write a review
Print
Prep Time
50 min
Cook Time
40 min
Total Time
1 hr 30 min
Prep Time
50 min
Cook Time
40 min
Total Time
1 hr 30 min
For the bread
  1. 300g wholemeal flour
  2. 1 teaspoon sea salt
  3. 10g baking powder
  4. 2 tablespoons extra virgin olive oil
  5. 150g water (room temperature)
For the zucchini falafel
  1. 250g cooked chickpeas
  2. 2 medium zucchini
  3. 50g chickpea flour
  4. 1 small onion
  5. 1 clove of garlic
  6. 1 teaspoon cumin seeds
  7. 1 lemon
  8. salt, pepper q.s.
  9. extra virgin olive oil q.s.
To complete the bread filling
  1. 15 cherry tomatoes
  2. green radish (or lettuce) leaves
  3. Radicchio di Chioggia PGI spread
Instructions
  1. Blend the chickpeas with onion, garlic, cumin and lemon zest.
  2. Grate zucchini finely, squeeze well and add them to the chickpeas. Season the mixture with salt and pepper then place it in the fridge.
  3. Put the flour on a large cutting board forming a pile, add baking powder around and salt in the center.
  4. Pour in the center also the oil and begin to knead adding water little by little.
  5. Once you have a smooth and homogeneous dough divide it into 4-5 equal balls and let it rest on the cutting board, covered with a cloth.
  6. Preheat the oven to 400°F, get a large baking pan and grease it lightly with olive oil.
  7. Take the zucchini falafel dough from the fridge, form small balls then flatten them a bit and line on the baking pan.
  8. Brush lightly the falafel with olive oil and bake about 30 minutes, or until they are lightly golden.
  9. Meanwhile let's prepare the bread: heat a large nonstick skillet, roll each dough ball about 3 mm thick.
  10. Cook the bread on the hot skillet, over medium heat two minutes per side.
  11. Place the bread on the cutting board and let it cool slightly, let warm the falafel when they're done too.
  12. Fill the bread with piadina with radicchio spread, the falafel, fresh radicchio leaves and close with a toothpick and a cherry tomato.
  13. Serve warm or room temperature.
Notes
  1. You can prepare these sandwiches quicker by using hand ready pitas: just take care to choose products using whole flour and healthy vegetable fats.
RicetteVegolose https://www.ricettevegolose.com/
You can find other delicious vegetarian pic nic ideas in this post and among my lunch box recipes.

If you try my recipes tag me using #ricettevegolose; I’ll be glad to share it on Facebook, TwitterInstagram and Google+ .

You can find my ideas for an healthy & tasty lifestyle also on Pinterest, Bloglovin and YouTube.
See you next recipe!
Alice

You may also like

21 commenti

  1. Alice! Che bella esperienza che hai vissuto 🙂 foto stupende e un racconto dettagliato e interessante! Non sapevo che fossi ingegnere :-O
    Inutile dirti quanto mi piace la tua piadina: perfetta per questo periodo e pratica da portare in giro…e poi il ripieno… mi incuriosice molto quella crema di radicchio, mentre il burger veg deve essere strepitoso, da provare! Bravissima come sempre, un abbraccio, Leti

    1. Leti cara! Eggià, un’esperienza meravigliosa 🙂 Sono felice che tu abbia apprezzato sia il racconto, che la ricetta. Grazie come sempre per le tue visite tanto gradite! Un bacione :*

  2. Alice, ma che bello! Atmosfera bucolicissima, romantica e d’altri tempi e voi bellissime e raggianti. Che dire, complimenti per tutto, anche per questo bell’articolo e, ovviamente, per le tue sempre ottime ricette. Un abbraccio

    1. Ti ringrazio di cuore, sono felice di aver preparato questa deliziosa ricetta e di averla potuta condividere raccontando di un posto meraviglioso! Un abbraccio altrettanto 🙂

  3. Ali =) wow …queste foto unite al tuo racconto hanno reso in pieno l’atmosfera da sogno che avete vissuto…diciamo che è come se ci avessi portati con te!!
    La piadina poi,la adoro e in questa versione incuriosisce…. da provare!!
    Buona serata!!
    BaciBaci

    1. Sono davvero felice se col mio racconto son riuscita a trasportarvi in quel luogo meraviglioso <3 E la piadina ti assicuro che è proprio ottima ;) Grazie per la visita, un super abbraccio :*

  4. Che bellissima esperienza 🙂 Bellissima la location e splendide voi ^_^
    Golosa la ricetta che hai realizzato e gustata a lume di barattolo in quell’uliveto sarebbe il top ^_^
    Buon w e <3

  5. che dire, foto meravigliose e video coinvolgente al punto che mi sembra quasi di essere stata lì!! Dev’essere stata un’esperienza davvero bellissima, come sempre del resto quando si ha l’opportunità di immergersi nella natura, ancor meglio se in ottima compagnia!! Noto con piacere che l’esperienza non ha tardato a dare i suoi frutti, ispirandoti queste golosissime piadine che credo preparerò in occasione del prossimo trekking sulle mie amate Alpi Apuane!! Grazie per aver condiviso questo scampolo di vita! Un abbraccio 🙂

  6. Dai che bello!! Sembravate in una fiaba!!
    E golosissime queste piadine, tra l’ altro i prodotti Le conserve della nonna sono davvero squisiti, sono gli unici che compero tra le cose già pronte!! Un bacione e buona settimana!!

    1. La sensazione di questo luogo è proprio quella della fiaba 🙂 Anche io fin da piccola sono stata abituata a consumare solo i prodotti fatti in casa o quelli de Le Conserve, è stato un piacere portarne a casa un po’ sono ottimi davvero! Buona settimana anche a te a presto <3

  7. Ricetta meravigliosa e racconto che fa sognare, nelle parole e nelle immagini!
    Mi è dispiaciuto davvero moltissimo di non poter essere con voi, so che sarebbe stata un’esperienza unica! Un bacione :*

  8. Che meraviglia, che atmosfera da sogno, che magia palpabile e che voglia di provarla al più presto! Assolutamente fantastico! Un picnic indimenticabile e una ricetta che meglio rappresenta quest’esperienza. Bravissima Alice e..che invidia!

    1. Ciao Francesca cara <3 È proprio un'esperienza da provare, io non vedo l'ora di rifarla ma le date sono tutte piene per quest'anno, devo aspettare il prossimo :( Grazie per essere passata, un abbraccio!

    1. Ciao Mila, ti ringrazio per i complimenti, gentilissima! E’ stata un’esperienza davvero meravigliosa, che ha continuato ad ispirare meraviglia anche una volta tornata a casa 😉 Un abbraccio e grazie per la visita!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.