Go Back
pasta-con-cavolfiore-al-forno-light-senza-besciamella

Pasta e cavolfiore al forno senza besciamella

Ricetta facile e veloce per una pasta e cavolfiore al forno cremosa, light e vegan.
Preparazione 10 min
Cottura 25 min
Portata Primo Piatto
Cucina Italiana
Porzioni 2 persone

Ingredienti
  

  • 300 grammi cavolfiore bianco
  • 1 spicchio aglio
  • 1 cucchiaio olio extra vergine di oliva
  • 2 bicchieri acqua calda
  • 150 grammi pasta (per me rigatoni con avena Felicia senza glutine)
  • q.b. sale fino
  • q.b. pepe
  • q.b. timo

Per la copertura croccante

  • 4 noci
  • 1 cucchiaio pangrattato *
  • 1 cucchiaio lievito alimentare in scaglie **

Istruzioni
 

  • Mettete in una pentola dai bordi alti l'aglio tritato insieme all'olio, accendete il fuoco e lasciatelo rosolare a fiamma dolce. Nel frattempo tagliate il cavolfiore a pezzi piccoli e mettete anch'esso nella pentola.
  • Aggiustate di sale, girate con un cucchiaio per far insaporire il cavolfiore, quindi coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma bassa per 5 minuti.
  • A questo punto aggiungete un bicchiere di acqua calda, non appena bolle buttateci la pasta. Proseguite la cottura per 10 minuti mescolando spesso, ed aggiungendo poco per volta il secondo bicchiere d'acqua. In questo modo il cavolfiore si sfalderà e mescolerà con l'amido della pasta, formando una cremina deliziosa.
  • Spegnete il fuoco, insaporite la pasta con il pepe e versatela in una pirofila da forno. Cospargete la superficie con il mix ottenuto frullando insieme noci, pangrattato e lievito alimentare, quindi infornate sotto il grill del forno caldo per 5 minuti.
  • Sfornate, cospargete con abbbondante timo e servite.

Note

CONSIGLI SUGLI INGREDIENTI E SOSTITUZIONI:
*se siete celiaci o il piatto è destinato a celiaci, assicuratevi di utilizzare del pangrattato senza glutine.
**se non siete vegani, il lievito alimentare in scaglie può essere sostituito con del grana grattugiato.
CONSERVAZIONE:
La mia pasta e cavolfiore al forno si può conservare in frigorifero per un paio di giorni. Al momento di consumarla potete riscaldarla qualche minuto in forno o nel microonde, aggiungendo sopra un goccio d'acqua per evitare che asciughi troppo.