Bio Hotel con spa in Trentino. Una vacanza wellness tra malghe, bici e trekking

wellness-trentino-vacanza

Soggiornare in un Bio Hotel è sempre stato nei miei sogni, seguire il mio stile di vita naturale a tutto tondo anche in vacanza: l’ho finalmente realizzato in uno splendido Hotel con spa in Trentino, Il Wellness & Walking Hotel Lupo Bianco a Canazei.

In posizione strategica in mezzo alle Dolomiti, Canazei è il centro più alto della Val di Fassa: un luogo dove potete trovare tutti gli ingredienti per una perfetta vacanza wellness in mezzo alla natura. Lasciate che ve li racconti!

Bio Hotel con spa in Trentino

Durante qualche live della vacanza a Canazei con mio marito su Facebook ed Instagram, molti di voi hanno espresso curiosità sul concetto di Bio Hotel e sono lieta di raccontarvelo.

Scegliere un Bio Hotel significa anzitutto soggiornare in uno spazio salutare realizzato in bioarchitettura, che rispetta la natura usando energia sostenibile. E’ un luogo dove si limitano gli sprechi sotto ogni aspetto, dal lavaggio della biancheria alla cucina, dove si preparano cibi del territorio in modo leggero e salutare.

La cura per l’ambiente e la salute degli ospiti si ritrova nei servizi proposti; al Lupo Bianco di Canazei troverete guide esperte pronte ad accompagnarvi in stupende escursioni in montagna (è infatti un Dolomiti Walking Hotel), una piccola, graziosissima spa dove riposarvi alla fine delle vostre giornate attive ed addirittura saponi bio, senza parabeni, in dotazione nella vostra stanza. Nulla è lasciato lontano dal benessere e dalla natura: ecco perché ho scelto, e sceglierò ancora, di soggiornare in un Bio Hotel con spa in Trentino come il Lupo Bianco!

hotel-lupo-bianco-canazei-2018

Trekking sulle cime più belle delle Dolomiti

Tra panorami mozzafiato, boschi da fiaba ed incontri con gli amici animali, il trekking in Trentino è una attività stupenda: la fatica è ripagata dalle esperienze che potete vivere nei numerosi percorsi. Nella zona di Canazei e dintorni, in particolare, posso consigliarvi questi:

  • Alla scoperta delle cascate del Sella: una tranquilla escursione con partenza e ritorno a Canazei passando per strade forestali, ideale per conoscere le piante del bosco, gli animali e le stupende, limpidissime cascate del circondario.
  • Il giro del Sassolungo e la salita al Sasso Piatto: sono escursioni abbastanza lunghe e per affrontarle occorre essere attrezzati ed allenati, ma vi porteranno a quote e panorami per i quali vale davvero la pena faticare!
  • Passeggiate a Corvara in Badia: un luogo che sembra davvero uscito da una fiaba, dove potrete trovare percorsi per passeggiate tranquille o da trekking, sempre immersi nella quiete della natura.
  • Passeggiata Valfredda – Fuciade: il sogno di un ambiente alpino incontaminato qui diventa una realtà, immensi prati verdi incorniciati dalle cime dolomitiche dove è possibile incontrare simpatici pastori e le loro mucche, nonché fermarsi in rifugi dall’atmosfera unica, come il Flora Alpina dove abbiamo trascorso una notte, ma avremmo voluto trascorrerne molte di più!

Questo slideshow richiede JavaScript.

In bici in Val di Fassa

La Val di Fassa è un vero paradiso per i bikers, sia per chi ama i percorsi sterrati che per chi invece preferisce percorsi più tranquilli. Quello che ho amato di più è senz’altro la Ciclabile delle Dolomiti di Fiemme e Fassa, un itinerario che collega le Valli di Fassa e Fiemme lungo il fiume Avisio. Io e mio marito l’abbiamo percorso andata e ritorno dall’Hotel Lupo Bianco dedicandogli quasi una giornata: come resistere al fare tappa per raccogliere bellissimi scatti nei paesi delle due valli, da Campitello a Pozza di Fassa, il borgo caratteristico di Sèn Jan e la splendida Moena?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ospitalità nelle Malghe, per vivere le tradizioni!

Oltre ad aver trascorso una notte al rifugio Flora Alpina di Falcade, in questa vacanza ci siamo lasciati conquistare dall’opportunità di un’altra bellissima esperienza in malga: una lezione di strudel alla Malga Aloch di Pozza di Fassa!

Qui, oltre a gustare una merenda genuina con vista splendida sull’abitato di Pozza, ho imparato una ricetta tradizionale per lo strudel di mele trentino (che adoro!) e tutti i segreti per ritrovare a casa il profumo, il sapore, le consistenze dell’autentico strudel di mele.

Ovviamente appena tornata a casa ho provato a rifare la ricetta, mettendo in pratica i preziosi suggerimenti appresi alla Malga Aloch. Con grande gioia devo ammettere di aver gustato per la prima volta la bontà dello strudel di mele trentino in Romagna!!! E con la stessa gioia la condividerò presto con voi, postando la ricetta qui sul blog… stay tuned!

malghe-trentino-aloch-floraalpina

Se provi una mia ricetta taggami #ricettevegolose: la condividerò con piacere sui miei canali social Facebook, Twitter, Instagram, e Google+.

Mi trovi anche su Pinterest, Bloglovin e YouTube con le mie idee per una vita sana e golosa!
A presto 😉
Alice

You may also like

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.