Clafoutis vegan tofu e ciliegie | Tofu cherry clafoutis (gluten & sugar free)

 

Italy-flag-45

Il mio primo esperimento dolce a base di tofu…troppo buono, peccato non aver sperimentato prima 🙂

Ingredienti
180g di tofu naturale
1 vasetto di yogurt di soia alla pesca
2 cucchiai di marmellata di pesche (fatta in casa, senza zucchero)
150 ml di succo di ananas naturale
mezzo cucchiaino di cannella
1 pizzico di sale
20 g di fecola di patate
30 g di farina di quinoa
30 g di farina di riso
1 cucchiaino di lievito in polvere vanigliato per dolci
25-30 ciliegie

Procedimento
Lavare e snocciolare le ciliegie tagliandole a metà, metterle da parte in un colino a riposare. Preparare l’impasto frullando insieme tofu, yogurt, la marmellata e il succo di ananas con il pizzico di sale e la cannella.
Aggiungere in 3 volte le farine setacciate con la fecola e il lievito, frullando ogni volta per ottenere un composto liscio e senza grumi. Versare in una pirofila appena unta l’impasto, decorare la superficie con le ciliegie e cuocere a 190° per 40 minuti (fa fede la prova stecchino ;)).
Una volta raffreddato il dolce, consiglio di conservarlo in frigorifero. Servito fresco, con il caldo di questi giorni, è perfetto! Leggero, rinfrescante e dolce al punto giusto grazie alla frutta intera e in succo, che potete variare a piacere in base alla disponibilità e al gusto…questa bontà non contiene zucchero, eccezione fatta per la piccola quantità di zucchero di canna presente nello yogurt (ma perché non si trovano gli yogurt di soia alla frutta senza zucchero 🙁 ) quindi lo si può definire un dolcetto sano e light, ma assicuro senza carenza di gusto 😛 A presto!

United-Kingdom-flag-45

My first experiment using tofu in a sweet recipe…what a pity I haven’t tried before 🙂

Ingredients
180g plain tofu
125g peach soy yogurt
2 tablespoons peach compote (homemade & sugar free)
150ml natural pineapple juice
half teaspoon cinnamon
1 pinch of salt
20g potato starch
30g quinoa flour
30g rice flour
1 teaspoon vanilla-flavoured baking powder
25-30 cherries

Procedure
Wash, pit and cut in two the cherries, set aside into a strainer. Prepare the batter using a mixer: put into it tofu, yogurt, the peach compote and pineapple juice, a pinch of salt and cinnamon. Sift flours, starch and baking powder and add it to the batter into three ways, mixing each time to avoid lumps. Put the batter into an oven pan greased with a little oil, decorate the outside using the cherries. Bake it at 190°C (374°F) for about 40 minutes. Once the clafoutis is cooled down I suggest keeping it into the fridge. Served chilled it’s so good! Light, soft, refreshing, sweet enough thanks to fruit and juice that you can change according to your taste or your supplies…this goodness is almost sugar free (a little brown sugar is added to soy yogurt 🙁 ), so I think it’s a light and healthy dessert, with no lack in flavour 😛 See you soon!

6 Comments

  • Questa torta mi incuriosisce e interessa molto….. Vorrei farti però una domanda: dalla foto sembra che la crema di tofu sia sopra crostata e le ciliegie appoggiate sulla crostata ed immerse nella crema mentre dalla lettura della ricetta emerge che c’è’ un impasto unico di farina ed altri ingredienti tra cui tofu….. È giusto un unico impasto di farine , yogurt, tofu….?

    • 4 anni ago

      Ciao Maurizia…si tratta di un unico impasto fatto con tutti gli ingredienti, non c’è una base di frolla…anche se il fatto di metterla non sarebbe una cattiva idea 😉 Non so se hai mai mangiato il clafoutis originale, è una sorta di frittata dolce al forno, a base di uova…fatta in quel modo a me non piace, ma col tofu si moltissimo, ha circa la stessa consistenza ma viene più delicata, senza quel forte retrogusto di uova…

  • 4 anni ago

    Gustoso, intrigante….. mi piace moltissimo!!!!! ne ho sfornati di simili ma in versione salata, è arrivato il momento di prepararli dolci!!!! ottimo, l’ispirazione perfetta 😀

    • 4 anni ago

      Ciao Felicia…mi fa piacere che la ricetta ti sia di ispirazione 😉

  • 4 anni ago

    Bellissimi il colore che lascia la frutta sul bianco..Però ti scrivo anche per il gelato, ho fatto una seconda provaieri sera con il frullatore a bicchierone e con il fatto che non faceva caldo le banane non si ammorbidivano più 😀 allora ho dovuto aggiungere un goccio di latte vegetale. In conclusione credo che con quello ad immersione sia + pratico anche perchè dopo hai meno da lavare 😀

    • 4 anni ago

      Ciao Cesca! Grazie per essere passata e per le nuove info sul gelato, ieri ho congelato le banane…magari oggi provo con quello a immersione e poi se proprio non riesco (mi pare poco potente) passerò al bicchierone 😀

Rispondi

CONSIGLIA Involtini di peperoni e quinoa
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: